Sei in: Home » Il Comune » Regolamenti » Regolamento per la disciplina dell'attivit� di estetista » Titolo VI

Regolamento per la disciplina dell'attività di estetista

Titolo VI: Controlli e sanzioni


Art. 25: Controlli

  1. Il comune, ai sensi dell’art. 42 della legge regionale n. 35/91, accerta l’effettivo esercizio dell’attività di estetista, assumendo adeguate iniziative al fine si assicurare la corretta e veridica pubblicizzazione della stessa da parte dei titolari dell’autorizzazione.
  2. Gli agenti di polizia municipali incaricati della vigilanza sull’attività di estetista e gli altri soggetti cui sono attribuiti per legge i poteri di accertamento possono accedere, per gli opportuni controlli, in tutti i locali in cui si svolge la suddetta attività.

Art. 26: Sanzioni amministrative

  1. Nei confronti di chi esercita l’attività di estetista senza i requisiti professionali previsti dalla vigente normativa è inflitta la sanzione amministrativa da lire un milione a lire cinque milioni.
  2. Qualora detta attività sia esercitata senza l’autorizzazione comunale è inflitta la sanzione amministrativa da lire un milione a lire due milioni.
  3. I verbali di infrazione e i rapporti sottoscritti dal sindaco, dal presidente dell’USL, dal presidente della Cpa e dagli altri soggetti dell’Assessorato regionale della Cooperazione, del Commercio, dell’Artigianato e della Pesca per l’irrogazione delle sanzioni di cui ai commi 1 e 2.
  4. Il provvedimento sanzionatorio viene disposto con le procedure di cui alla legge 24 novembre 1981 n. 689.

Torna al Sommario del Regolamento