Sei in: Home » Comune » Regolamento del Consiglio Comunale » Parte I, Capo III

Regolamento del Consiglio Comunale

CAPO III: I GRUPPI CONSILIARI


Art. 9: Norme di riferimento

  1. I Consiglieri eletti nella medesima lista formano, di regola, un gruppo consiliare.
  2. Ciascun gruppo è costituito da almeno 4 Consiglieri.
  3. I singoli gruppi devono comunicare per iscritto al Presidente del Consiglio il nome del Capo gruppo, entro il giorno precedente la prima riunione del Consiglio neo-eletto. Con la stessa procedura dovranno essere segnalate le variazioni della persona del Capo gruppo. In mancanza di tali comunicazioni viene considerato Capo gruppo il Consigliere del gruppo che abbia riportato il maggior numero di preferenze individuali.
  4. Il Consigliere che intende appartenere ad un gruppo diverso da quello in cui è stato eletto deve darne comunicazione al Presidente, allegando la dichiarazione di accettazione del Capo del nuovo gruppo.
  5. Il Consigliere che si distacca dal gruppo in cui è stato eletto e non aderisce ad altri gruppi consiliari regolarmente costituiti, entra a far parte automaticamente del gruppo misto. Il gruppo misto è unico per tutto il Consiglio Comunale e può essere costituito da un numero illimitato di Consiglieri; esso ha gli stessi diritti, prerogative obblighi di altri gruppi consiliari regolarmente costituiti. Il gruppo misto elegge il suo capogruppo e lo comunica al Presidente del Consiglio. In mancanza di tale elezione, è capogruppo il Consigliere che abbia riportato il maggior numero di preferenze individuali.(1)

Art. 10: Conferenza dei Capi gruppo

  1. La conferenza dei Capi gruppo è un organismo consultivo del Presidente del Consiglio che concorre a definire la programmazione ed a stabilire quant’altro risulti utile per il proficuo andamento dell’attività del Consiglio. La conferenza dei Capi gruppo costituisce, ad ogni effetto, Commissione Consiliare permanente.
  2. Il Presidente del consiglio può sottoporre al parere della Conferenza dei Capi gruppo, prima di decidere l’iscrizione all’ordine del giorno del Consiglio, argomenti di particolare interesse o delicatezza.
  3. La Conferenza dei Capi gruppo esercita le altre funzioni ad essa attribuite dallo Statuto, dal presente Regolamento e dal Consiglio Comunale con appositi incarichi. Le proposte e i pareri della Conferenza sono illustrati al Consiglio dal Presidente.
  4. La Conferenza dei Capi gruppo è convocata e presieduta dal Presidente del Consiglio o dal Vice Presidente o dal Consigliere anziano. Alla riunione, se richiesto, partecipa il Segretario Comunale od il suo sostituto ed il personale del servizio di staff richiesto dal Presidente. Per le adunanze si osservano le norme di cui al successivo art. 13.
  5. La Conferenza è inoltre convocata dal Presidente quando ne sia fatta richiesta scritta e motivata da uno o più capi gruppo che rappresentano la maggioranza assoluta del Consiglieri in carica.
  6. La riunione della Conferenza dei Capi gruppo è valida quando dai partecipanti è rappresentata almeno la metà dei Consiglieri in carica.
  7. I Capi gruppo hanno facoltà di delegare un Consigliere del proprio gruppo a partecipare alla Conferenza, quand’essi siano impossibilitati ad intervenire personalmente.
  8. Secondo le indicazioni espresse dalla Conferenza dei Capi gruppo il Presidente del Consiglio assicura ai gruppi quanto necessario per l’esercizio delle funzioni da parte dei Consiglieri che degli stessi fanno parte.
  9. Delle riunioni della Conferenza dei Capi gruppo viene redatto verbale, nella forma di resoconto sommario, a cura del Segretario Comunale o di un funzionario dallo stesso designato o dal componente più giovane per età.

Torna al Sommario del Regolamento